Il volo del cinghiale

A grande richiesta (di Beppe) … pubblico 2 righe sulla mia meravigliosa esperienza di parapendio.
A differenza di quello che tanti di voi credono, ho avuto il coraggio (o l’incoscienza di farlo). Ed ecco le prove, inconfutabili del mio volo.

Lima 05-01-09 009

Lima 05-01-09 021 Lima 05-01-09 025

Lima 05-01-09 045

Lima 05-01-09 057

Lima 05-01-09 065

Lima 05-01-09 068

E’ un esperienza inebriante. Ho sempre avuto paura di lanciarmi con il paracadute perché ho sempre temuto che non si sarebbe aperto. Con il parapendio questa cosa non può accadere, in quanto si parte solo se è già aperto. Volare sopra i grattaceli di Miraflores, tra l’oceano Pacifico e le Ande, vedere la vasta distesa della capitale peruviana sono comunque inezie, se messe a confronto alle emozioni provate quando, finalmente, siamo entrati nell’orfanotrofio che accoglie(va) Maria.

Filippo Fiani

About Filippo Fiani

il babbo

6 responses to “Il volo del cinghiale

  1. Zii Francesco e Cristina & Cuginetta Matilde

    Aspettando quella notizia esaltante
    Attesa con trepidazione incessante
    È finito il 2008 e il periodo stressante…
    Dopo un viaggio lungo e sconcertante
    Essendo finalmente arrivata la notizia inebriante
    Che gli ha annebbiato la mente
    È finalmente arrivato quel giorno importante!
    Il momento è imminente
    E con Laura lì presente
    Filippo decide di fare parapende
    Mentre Maria ignara attende
    L’incontro con il genitore “assente”
    Dall’altra parte, nell’altro continente
    Un sussurro si diffonde tra la gente
    “quel pazzo incosciente
    Mica vorrà battere un crepente
    E diventare deficente
    O demente!”…
    Ma Filippo immantinente
    Fa un atterraggio splendente
    Nella spiaggia lì adiacente
    O nel prato verdeggiante
    Della capitale assordante…
    Fa doccia velocemente
    E corre con Laura da Maria immediatamente!…
    Per piangere tutte le sue lacrime in un istante
    Pieno di una gioia e felicità sconcertante…

  2. Mirko

    Mai pensato neanche per un attimo che tu non avresti fatto il volo sul parapendio… E’ più inebriante del diventare babbo tutto d’un botto??

  3. alessandro e silvia antonini

    sarebbe stato bellissimo vedere le tue espressioni in tutte e due i casi, terrore sul parapendio (tipo urlo di Munch) e quella di gioia quando eri davanti alla splendida Maria.

  4. Filippo Fiani

    Devo essere sincero, ero molto sereno sul parapendio, sorridevo e mi godevo lo spettacolo.
    Con Maria ero teso, nervoso, piangevo e lo spettacolo se l’è goduto lei.

  5. Beppe il richiedente

    Grande Pippo !

  6. Pingback: 10 mila chilometri e sentirsi a casa • Esperando Samuèl

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: